Migranti, Zuppi: Troppi silenzi li avvolgono

“Troppi silenzi avvolgono i migranti e si colmano di parole solo per vederli nemici”. E’ quanto ha detto l’Arcivescovo di Bologna, Matteo Zuppi, a ‘Bologna Sette’, l’inserto domenicale del quotidiano ‘Avvenire’. “Sono silenzi che dicono abbandono, morte in mare, nel deserto, nelle prigioni, nella patria martoriata. Sono silenzi che dicono complicità nelle migrazioni: per le guerre, per la terra rubata ai poveri, lo sfruttamento, gli scafisti con i loro metodi e interessi, la tratta. Sono silenzi che si riempiono di parole solo per difenderci da loro, finendo per vederli come nemici, dimenticando il peso delle sofferenze terribili che molti di essi portano con sè. Da una parte silenzi sulle cause lontane e vicine e dall’altra parole di fatto violente nelle espressioni di sostanziale disprezzo”.