Usa, Amnesty presenta rapporto su respingimenti e danni a migranti

Il governo Usa ha adottato “volutamente” politiche e prassi di immigrazione che hanno portato danni catastrofici a migliaia di persone che cercavano aiuto proprio negli Stati Uniti. Un danno che, in 4 mesi, ha portato la separazione di oltre 6mila famiglie. E’ quanto emerge da un rapporto di Amnesty International, intitolato “Tu qui non hai alcun diritto: respingimenti illegali, detenzioni arbitrarie e maltrattamenti di richiedenti asilo negli Usa”. Lo studio analizza i risultati dell’amministrazione Trump per compromettere e smantellare il sistema d’asilo in vigore negli Usa, con la violazione delle norme nazionali e internazionali, con i respingimenti illegali di massa di richiedenti asilo alla frontiera tra Messico e Usa.