Migranti, Greta (Consiglio Europa): Italia collabori con Ong

“Azioni immediate per riformare il codice di condotta per le Ong impegnate in operazioni di salvataggio di migranti in mare in modo da permettere l’identificazione delle vittime di traffico di esseri umani in mare e nei porti”. Questo quanto deve prendere in considerazione l’Italia da parte del Greta, organo del Consiglio d’Europa per la lotta contro la tratta di esseri umani. Nello rapporto proprio rivolto all’Italia il Greta “considera che le autorità italiane devono continuare a costruire partenariati strategici con le Ong e i sindacati coinvolgendoli nella pianificazione, nel monitoraggio e nella valutazione delle azioni anti-tratta e nell’identificazione e assistenza delle vittime”. Inoltre, “invita l’Italia a prendere misure per aumentare le vie legali per l’immigrazione come misura effettiva per ridurre la vulnerabilità al traffico di esseri umani”.