Papa: non rassegniamoci a vivere alla giornata

“Ognuno di noi è chiamato – in modi diversi – a qualcosa di grande. Il Signore non vuole che ci rassegniamo a vivere alla giornata pensando che, in fondo, non c’è nulla per cui valga la pena di impegnarsi con passione e spegnendo l’inquietudine interiore di cercare nuove rotte per il nostro navigare”. E’ quanto ha scritto Papa Francesco nel Messaggio per la Giornata Mondiale delle Vocazioni chiedendo ai giovani di non lasciare la loro vita “impigliata nelle reti del non-senso e di cio’ che anestetizza il cuore”.

Citando un passaggio del Vangelo, con Gesù con i pescatori di Tiberiade delusi dalla loro pesca, ha detto: “Talvolta si gode di una buona pesca, altre volte, invece, bisogna armarsi di coraggio per governare una barca sballottata dalle onde, oppure fare i conti con la frustrazione di trovarsi con le reti vuote”.