Conferenza episcopale brasiliana condanna scontri in Carcere ad Altamira con 52 morti

L’arcidiocesi di Belem e la Conferenza episcopale brasiliana – zona Nord 2 esprimono una loro “condanna di qualsiasi forma di violenza e mancanza di rispetto della dignità umana. Purtroppo non si tratta di un fatto isolato” in merito a una tragedia carceraria avvenuta nell’istituto di detenzione ad Altamira, nello Stato brasiliano del Pará. Gli scontri hanno portato alla morte di 52 detenuti, tra cui 16 decapitati. Per i vescovi del Paese, “l’inefficiente gestione delle carceri brasiliane, caratterizzate da fughe, ribellioni, tensione, mancanza di attivita’, pessime strutture, sovraffollamento e negligenza educativa”. Il comunicato condanna “la cultura della carcerazione di massa”, cosi’ come “l’ideologia repressiva”.