Amazzonia, Hummes: La Chiesa non può sbagliare

“La Chiesa in Amazzonia non può sbagliare. C’e’ bisogno non di una Chiesa europea, trasportata, diciamo cosi’, in Amazzonia, ma una Chiesa dal ‘volto amazzonico’, un volto indigeno e perciò per avere questo, dovrà essere una Chiesa inculturata”. E’ quanto ha detto il cardinale Claudio Hummes, relatore generale del Sinodo per l’Amazzonia in occasione di uno Speciale di Rai Vaticano proprio per il sinodo stesso.  Secondo il cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo “In questo grande territorio vi sono gli indigeni, 3 milioni, che vivono in parte nella foresta e in parte nelle periferie, noi vogliamo dare una risposta sia nel campo della ecologia sia per le persone in senso cristiano. Le parole chiave sono vita, territorio e dialogo culturale. Una Chiesa che ha un ruolo profetico, che lancia un messaggio sempre uguale, quello evangelico, ma in un contesto nuovo”.