Per San Petronio anche i tortellini bolognesi diventano simbolo di integrazione

Anche un simbolo della cucina italiana può diventare un esempio di integrazione. Per la festa di San Petronio, patrono di Bologna, cambia la ricetta del tortellino. Al posto di una farcitura di mortadella è arrivata quella con la carne di pollo.  E, a quanto pare, la variante aprirebbe diversi favori da parte degli amanti della buona tavola. “In questa variante lo possono mangiare tutti, sia chi non mangia il maiale per motivi religiosi ma anche la persona piu’ anziana che preferisce stare leggera”, dice Paola Lazzari Pallotti, presidente dell’associazione Sfogline, sodalizio che ha inventato la ricetta.