Sinodo Panamazzonico, Papa: E’ stato un camminare insieme

“Che cosa è stato il sinodo? È stato, come dice la parola, un camminare insieme, confortati dal coraggio e dalle consolazioni che vengono dal Signore. Abbiamo camminato guardandoci negli occhi e ascoltandoci, con sincerità, senza nascondere le difficoltà, sperimentando la bellezza di andare avanti uniti, per servire”. E’ quanto ha detto papa Francesco parlando delle tre settimane del lavoro del sinodo per l’Amazzonia. E’ stata l’occasione per porsi la domanda “‘Io, che cosa posso fare di buono per il Vangelo?’”. “Nel sinodo ce lo siamo chiesti, desiderosi di aprire nuove strade all’annuncio del Vangelo. E anzitutto abbiamo sentito il bisogno, come il pubblicano nel Vangelo di oggi, di metterci davanti al Signore, di rimettere al centro Lui, a livello personale e come Chiesa – prosegue – Perché si annuncia solo quel che si vive. E per vivere di Gesù, per vivere di Vangelo bisogna uscire da se stessi. Ci siamo sentiti allora spronati a prendere il largo, a lasciare i lidi confortevoli dei nostri porti sicuri per addentrarci in acque profonde: non nelle acque paludose delle ideologie, ma nel mare aperto in cui lo Spirito invita a gettare le reti”.