Globalizzazione, Papa: Non è cattiva, ma se tutti devono essere uguali è una minaccia

“La globalizzazione è un dato di fatto, nell’attuale fase del mondo e della storia e non è di per sé una cosa cattiva. Ma può diventare una minaccia se viene portata avanti con la pretesa di appiattire tutto, di rendere tutti uguali, come se fosse una sfera, cancellando le ricchezze e le particolarità di ogni popolo”. Lo ha detto Papa Francesco nel libro ‘Senza di Lui non possiamo far nulla’, una conversazione con lo scrittore e giornalista Gianni Valente. “Se la globalizzazione è una sfera nella quale ogni punto è uguale, equidistante dal centro, annulla le differenze e non è buona. Se invece la globalizzazione viene concepita secondo il modello del poliedro, nel quale tutte le facce sono unite ma ognuna conserva la sua particolarità, allora può essere uno strumento di incontri fra persone e fra popoli”.