Bruciano barche a Lampedusa, don Carmelo: “I migranti non sono il problema della comunità”

A Lampedusa bruciano le barche simbolo dell’accoglienza. Per il sindaco, Totò Martello, sono gesti compiuti da persone che vogliono attentare all’immagine dell’isola. Nel frattempo la Procura di Agrigento ha aperto un’inchiesta. E il parroco don Carmelo La Magra, in una intervista a Vatican News, commenta: “Non ci aspettavamo certo un atto del genere, ma sappiamo che sull’isola c’è chi pensa in questo modo di rivendicare degli pseudo diritti che, però, non guardano al bene comune”. “Non credo siano movimenti popolari a portare avanti questo odio, ma piccoli gruppi. Pensare che il problema della nostra comunità  siano le persone migranti è fuorviante”. “Dobbiamo ricordarci che non siamo noi a soffrire, ma questi fratelli che arrivano con i barconi. Noi abbiamo una casa dove dormire, con aria condizionata o riscaldamento a seconda della stagione, loro no”, aggiunge.