Migranti, Riccardi (Sant’Egidio): Le vie dell’illegalità non danno sicurezza

“Le vie dell’illegalità non danno sicurezza né a chi fa il viaggio né al Paese che accoglie. Qualcuno dice che i corridoi umanitari durante la pandemia non sono possibili, io penso che la pandemia riguarda tutti. I corridoi umanitari non sono finiti e continuano anche dopo il lockdown”. E’ quanto ha detto Andrea Riccardi, della Comunità di Sant’Egidio, parlando a Roma all’arrivo di un gruppo di profughi afgani grazie ai corridoi umanitari. “E stata una lunghissima  attesa per queste famiglie di afgani – ha detto Riccardi – I corridoi si riaprono e si iniziano dei percorsi di inserimento nella società italiana.  Questa è una speranza e una gioia per loro”.