Chi siamo

This post is also available in: Inglese, Spagnolo, Portoghese, Brasile

La Congregazione delle Suore Missionarie di San Carlo Borromeo – Scalabriniane – è stata fondata dal beato Giovanni Battista Scalabrini a Piacenza il 25 ottobre 1895 ed ha come confondatori i fratelli Padre Giuseppe e Madre Assunta Marchetti. La sua missione è il servizio evangelico e missionario ai migranti, di preferenza i più poveri e bisognosi. La Congregazione si è diffusa inizialmente in Brasile e, in seguito, in Europa (1936), in America del Nord (1941) e, negli ultimi decenni, in altri paesi dell’America Latina, in Asia e in Africa. Oggi è presente in 26 nazioni e conta 800 Suore e 159 comunità. Le Suore vivono la loro opzione di vita per Gesù Cristo secondo il carisma scalabriniano, praticano la vita fraterna in comunità come elemento importante della consacrazione religiosa e fortificano la fedeltà alla vocazione mediante l’orazione, la meditazione della Parola di Dio, la celebrazione eucaristica, sorgenti di comunione con Dio e con i fratelli, soprattutto i migranti più bisognosi.

Le Suore Missionarie Scalabriniane, nello sviluppo storico della Congregazione, si sono dedicate e si dedicano tutt’ora all’educazione, all’azione sociale e pastorale, alla sanità, alla catechesi, all’evangelizzazione, al servizio delle Chiese e delle realtà migratorie nelle quali le comunità sono inserite.

Fedele al carisma e attenta alle sfide della mobilità, la Congregazione accoglie la proposta della Chiesa di mettersi a servizio di quanti sono coinvolti nella mobilità, e di essere “segno della tenerezza di Dio e testimonianza particolare del mistero della Chiesa che è vergine, sposa e madre” (V.C. 57) in sintonia con le parole del Vangelo: “Ero straniero e mi avete accolto” (Mt 25,35).