Il coro “Valigie musicali” si esibisce a Roma

La musica come momento di dialogo tra i popoli. Questo l’obiettivo che ha portato domenica scorsa l’Accademia Euterpe ad ospitare, nella sua sala di Via Maddaloni, a Roma, il coro “Valigie musicali”. Si tratta di un gruppo – diretto dalla giapponese Miho Imazato – nato per volontà delle suore missionarie scalabriniane, che sin dalla sua origine si occupano di assistenza ai migranti. Laiche e religiose hanno preso parte a questa iniziativa che ha visto cantare brani di musica sacra e lirica. “E’ una piccola Onu della musica – spiega suor Etra Modica, missionaria scalabriniana – dalle Filippine al Brasile cerchiamo di unire i popoli attraverso la musica. Il coro nasce nel 2012 per il 25esimo anniversario della Fondazione Migrantes e abbiamo avuto sempre maggiori riscontri su come la nostra attività possa essere strumento di valorizzazione dei migranti che vivono a Roma”. A comporre il coro, oltre alla stessa suor Etra – siciliana d’origine – la malgascia Lalaina Tahijanahary Ravaoarimalala, la tedesca Patrizia Bongo, la filippina Elizabeth Villaruel Pedernal, la brasiliana Marlene Vieira, la guatemalteca Maria Vicente Lopez. Al piano, l’albanese Kozeta Prifti. A presentare l’evento, l’esperta di teatro e musica, Laura Frattari.