Migranti, Betori: C’è chi specula su lotta tra poveri

“C’è chi specula su una lotta tra poveri, che rischia di innescarsi se le migrazioni non vengono​ ​governate”. E’ quanto ha detto l’arcivescovo di Firenze, il cardinale Giuseppe Betori, nel corso della sua omelia pasquale. “Gli scenari di guerra si intrecciano con quelli del sottosviluppo e ne scaturiscono stati di miseria, in cui la vita delle persone è gravemente minacciata e da cui moltitudini sempre più rilevanti di uomini e donne cercano di fuggire in cerca di una qualche garanzia di futuro per sé e per i loro cari. Imponenti migrazioni si riversano sulla vita di altri popoli e invocano accoglienza, con processi di interazione sociale e culturale complessi e pieni di incognite, che a loro volta generano nuovi squilibri sociali e faticano a imporsi alla coscienza collettiva come un fatto consolidato della storia contemporanea e non un’emergenza da ricacciare con timore”, ha concluso.