Migranti, Mattarella nella Giornata per l’abolizione della schiavitù

“Solo pochi giorni fa le brutali immagini di migranti venduti all’asta sulla base di un ‘valore’​ che li equipara a merce ci hanno ricordato quanto sia ancora presente un fenomeno che nega alla radice la dignità dell’essere umano. A fianco della schiavitù tradizionale altre se ne sono aggiunte, quasi sempre collegate alla tratta dei migranti”. E’ quanto ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della Giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù. “Le situazioni di conflitto, la povertà, la fuga da territori colpiti da fenomeni naturali, costituiscono terreno fertile per la diffusione di fenomeni quali lo sfruttamento sessuale, il lavoro minorile, i matrimoni forzati, il reclutamento di bambini nei conflitti armati”, ha proseguito.