Migranti, Montenegro dopo nuovo naufragio: Proviamo vergogna

“Vergogna, perché l’uomo dimostra di non avere il coraggio di guardare a determinate realtà e ad affrontarle; sofferenza, perché vedere che il povero è costretto a pagare la sua vita con la morte …Vorrei anche sentimenti di speranza che davvero qualcosa possa cambiare perché è impossibile andare avanti così, non possiamo, l’ho detto tante volte, misurare il tempo contando morti. Il​ ​mondo ha bisogno di quella Pasqua che significa vita e togliere le pietre dalle tombe, non mettere le pietre sulle tombe, ancora”. Lo ha detto l’arcivescovo di Agrigento, il cardinale Francesco Montenegro, in un’intervista a Radio Vaticana dopo un nuovo naufragio sul Canale di Sicilia.