Migranti, presentata alla Lateranense la “buona pratica” di Reggio Calabria

(SIS) Roma – Il modello di accoglienza di Reggio Calabria è stato presentato al “Festival internazionale della creatività pastorale” alla Pontificia Università Lateranense, a Roma. “Abbiamo voluto illustrare il progetto di cui come scalabriniane facciamo parte – ha spiegato suor Lina Guzzo, della comunità scalabriniana di Reggio Calabria – Il percorso è stato possibile grazie alla Diocesi del territorio ha realizzato un “Coordinamento ecclesiale emergenza sbarchi” per accogliere i migranti che arrivano dall’altro versante del Mediterraneo. Nel corso del Festival abbiamo registrato un forte interesse attorno a questo, anche nell’ottica della realizzazione di progetti comuni e di rete. E’ fondamentale realizzare buone pratiche per un pensiero in continuo divenire, ispirato, creativo e creatore, obbediente al vangelo e fedele ai segni dei tempi”.

Foto