Migranti, vescovi liguri: Tema spesso trattato superficialmente

 

“Troppo spesso il tema dei profughi e dei loro Paesi di origine viene trattato superficialmente, sulla base di pregiudizi fondati su una paura dell’altro intenzionalmente costruita, senza un’attenta lettura delle cause di un fenomeno così complesso e di difficile gestione”. E’ quanto scrivono i vescovi della Liguria nel documento “Migranti, segno di Dio che parla alla Chiesa”. Il testo è stato sottoscritto dal cardinale Angelo Bagnasco e dai monsignori Alberto Tanasini, Luigi Ernesto Palletti, Guglielmo Borghetti, Antonio Suetta, Vittorio Francesco Viola, Calogero Marino, Nicolò Anselmi. “Il Sud del mondo vive gravissimi problemi che sono la conseguenza di politiche economiche e di strategie geopolitiche che altro non sono che giochi di potere, pagati a caro prezzo soprattutto dai poveri”, proseguono i vescovi.