Papa, solidarietà per soccorrere migranti

E’ durante la preghiera della Regina Coeli, che nel tempo pasquale sostituisce l’Angelus, che Papa Francesco ha ricordato come sia necessaria la “solidarietà” e “l’accoglienza” nei riguardi dei popoli migranti. “Saremo uomini e donne di risurrezione, uomini e donne di vita, se, in mezzo alle​ ​vicende che travagliano il mondo – ce ne sono tante oggi -, in mezzo alla mondanità che allontana da Dio, sapremo porre gesti di solidarietà, gesti di accoglienza, alimentare il desiderio universale della pace e l’aspirazione ad un ambiente libero dal degrado”, ha sottolineato, puntando, all’affermazione del “valore della vita” anche grazie a “segni comuni e umani”.