Per Giornata mondiale accendere candela per sostenere viaggiatori della speranza

This post is also available in: Inglese, Portoghese, Brasile

Accendere una candela per sostenere i migranti nei loro viaggi della speranza. E’ questa la proposta che parte dalle Suore missionarie Scalabriniane in occasione della prossima giornata mondiale del migrante e del rifugiato del 14 gennaio. “Quest’anno invitiamo ad accendere, in tutto il mondo, nella notte tra il 14 e il 15 gennaio, una candela o un cero, vero o virtuale, davanti a una delle finestre di casa sulle pagine dei mezzi di comunicazione sociale – spiega suor Neusa de Fatima Mariano, superiora generale delle Scalabriniane – E’ un piccolo gesto che testimonia la nostra vicinanza ai migranti che si spostano in cerca di speranza”.

“I migranti sono i protagonisti di un viaggio con il quale mettono a rischio ciò che hanno di più prezioso, cioè la loro vita – ha aggiunto – Ma non ci sono solo i migranti del Mediterraneo. Le frontiere del mondo sono tante: a cominciare dal Nord e Centro America, con il confine tra Messico e Usa, per poi passare ai drammi che vengono vissuti in Africa e in Asia, che lo stesso Papa Francesco ha visitato di recente. Il mondo deve prendere coscienza che la migrazione è un fatto umano e gestirla e sostenerla è un fatto di umanità”. “Le quattro azioni suggerite dal Pontefice, accogliere, proteggere, promuovere e integrare sono un impegno oltre che per le istituzioni anche per tutti i cittadini del mondo”, ha concluso.

(Per accendere la candela virtuale cliccare e condividere)