Betori: Etica torni a guidare comportamenti personali e strutture sociali

“Come Maria, ciascuno di noi è chiamato a porsi in atteggiamento umile e disponibile verso l’agire di un Dio che ha il potere di dare forma nuova alla vita dell’uomo, di trasformare la vita di una semplice ragazza nella Madre del suo stesso Figlio, di redimere la nostra esistenza dai suoi limiti. A rendere possibile questo progetto è la volontà e la forza salvifica di Dio e, nel contempo, la nostra umiltà, la rinuncia alla nostra hybris, alla nostra tracotante superbia, per cui pensiamo di farci dio a noi stessi, addirittura di porre fine alla nostra specie per dar vita a scenari transumani e postumani. O l’etica torna a guidare comportamenti personali e strutture sociali, ricerca e tecnologia, dagli ambiti biologici fino a quelli della comunicazione, o saremo vittime di noi stessi”. E’ quanto ha detto l’arcivescovo Giuseppe Betori nel corso dell’omelia proclamata a Firenze, in Cattedrale, per la solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *